Forum per scrittori

Reply

Poesia di un ricordo, Dedicato alla mia amata cagna

« Older   Newer »
view post Posted on 15/4/2011, 21:25 Quote
Avatar

Veterano di Galassia Arte

Group:
Member
Posts:
3,409

Status:


Poesia di un ricordo

Anima delicata
che vegliavi i miei giorni
abbandona il tuo limbo
e vieni ancora da me.

Fiorellino tenero
cantami la magia
di aver vissuto insieme
un infinito amore.

SPOILER (click to view)
<Berny compagna diletta per ben nove anni della mia vita, riposa ora all'ombra di un nespolo. Questa poesia è dedicata a lei


Edited by frattaliie64 - 16/4/2011, 06:51

C'è un tempo in cui devi lasciare i vestiti, quelli che hanno già la forma abituale del tuo corpo, e dimenticare il solito cammino, che sempre ci porta negli stessi luoghi. È l'ora del passaggio: e se noi non osiamo farlo, resteremo sempre lontani da noi stessi.

Fernando Pessoa
 
PM Email  Top
view post Posted on 16/4/2011, 15:52 Quote
Avatar


Group:
Member
Posts:
11,561

Status:


Molto dolce e delicata, una dedica soffusa. Complimenti fratt :)



Napoli, 11 gennaio 1817. Entrata grandiosa: si scende per un’ora verso il mare attraverso un’ampia strada, scavata nella roccia tenera, sulla quale la città è costruita. Solidità dei muri. Albergo dei Poveri, primo edificio. E’ molto più impressionante di quella bomboniera, tanto vantata, che a Roma si chiama porta del popolo. Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.



Appartenere: ecco la banalità. Fede, ideale, donna o professione: ecco la prigione e le catene. Essere è essere libero. (...) No: niente legami, neppure con noi stessi! Liberi da noi stessi e dagli altri, contemplativi privi di estasi, pensatori privi di conclusioni, vivremo, liberi da Dio, il piccolo intervallo che le distrazioni dei carnefici concedono alla nostra estasi da cortile.
Pessoa Cit.


« Qui su l’arida schiena
del formidabil monte
sterminator Vesevo ♥ »



Palazzo Chimera: Scrittori & Follia!
Journal: corriere della campania.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
" title


Essere è essere libero

MY BLOG: http://missnashira.wordpress.com/





Thanks to:

Gladiatori della Penna & Scrittori della Notte & Inchiostro DiVerso

Stars




 
PM Email Web Contacts  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:02 Quote
Avatar

Veterano di Galassia Arte

Group:
Super Lettore
Posts:
2,651
Location:
Dai sospiri dell'infinito...

Status:


Quoto Nashy. Complimenti.

Tra i mille sogni che crollan coi miti
e una realtà dal meccanico cuore,
scelgo l’altrove e gli spazi infiniti.

Casmaran "Le Nascoste Cose"

C'è sempre un grano di pazzia nell'amore, così come c'è sempre un grano di logica nella follia. (Friedrich Nietzsche)
 
PM Email  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:09 Quote
Avatar

Veterano di Galassia Arte

Group:
Member
Posts:
3,409

Status:


Grazie, mi fate felice! Ci tengo tanto, amavo la mia cagna, eravamo sempre insieme, e una leishmaniosi feroce e improvvisa me l'ha portata via in pochi giorni, nemmeno un mese fa. Ne ho sofferto tanto!


C'è un tempo in cui devi lasciare i vestiti, quelli che hanno già la forma abituale del tuo corpo, e dimenticare il solito cammino, che sempre ci porta negli stessi luoghi. È l'ora del passaggio: e se noi non osiamo farlo, resteremo sempre lontani da noi stessi.

Fernando Pessoa
 
PM Email  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:12 Quote
Avatar


Group:
Member
Posts:
11,561

Status:


CITAZIONE
Grazie, mi fate felice! Ci tengo tanto, amavo la mia cagna, eravamo sempre insieme, e una leishmaniosi feroce e improvvisa me l'ha portata via in pochi giorni, nemmeno un mese fa. Ne ho sofferto tanto!

Nulla è eterno, meglio che iniziamo a convivere con quest'unica certezza. Poi, se doveva pure soffrire, 10 volte meglio che se ne sia andata no? Forse sono insensibile...scusami fratt, ma mi viene naturale pensare alla morte come un sollievo anzichè un castigo.



Napoli, 11 gennaio 1817. Entrata grandiosa: si scende per un’ora verso il mare attraverso un’ampia strada, scavata nella roccia tenera, sulla quale la città è costruita. Solidità dei muri. Albergo dei Poveri, primo edificio. E’ molto più impressionante di quella bomboniera, tanto vantata, che a Roma si chiama porta del popolo. Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.



Appartenere: ecco la banalità. Fede, ideale, donna o professione: ecco la prigione e le catene. Essere è essere libero. (...) No: niente legami, neppure con noi stessi! Liberi da noi stessi e dagli altri, contemplativi privi di estasi, pensatori privi di conclusioni, vivremo, liberi da Dio, il piccolo intervallo che le distrazioni dei carnefici concedono alla nostra estasi da cortile.
Pessoa Cit.


« Qui su l’arida schiena
del formidabil monte
sterminator Vesevo ♥ »



Palazzo Chimera: Scrittori & Follia!
Journal: corriere della campania.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
" title


Essere è essere libero

MY BLOG: http://missnashira.wordpress.com/





Thanks to:

Gladiatori della Penna & Scrittori della Notte & Inchiostro DiVerso

Stars




 
PM Email Web Contacts  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:24 Quote
Avatar

Veterano di Galassia Arte

Group:
Member
Posts:
3,409

Status:


Nashy sono d'accordo con te, non si tratta di insensibilità. In fondo io vedo la morte solo come un cambio di dimensione...non immagino un inferno o un paradiso...immagino però un tutto unico...forse è la dimensione dove tutto ritorna al suo posto? Dove tutti ritorniamo ad unirci? O forse questa è una visione troppo ottimistica e consolatoria, chissà.. Tuttavia per chi resta qui l'assenza di un essere amato si sente...

C'è un tempo in cui devi lasciare i vestiti, quelli che hanno già la forma abituale del tuo corpo, e dimenticare il solito cammino, che sempre ci porta negli stessi luoghi. È l'ora del passaggio: e se noi non osiamo farlo, resteremo sempre lontani da noi stessi.

Fernando Pessoa
 
PM Email  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:35 Quote
Avatar


Group:
Member
Posts:
11,561

Status:


CITAZIONE
Tuttavia per chi resta qui l'assenza

E' per questo che odio il mondo, la morte "deve" essere un posto migliore di questa terra. Spero, comunque sia, che il dolore ti passi in fretta :) In fondo le persone vivono nei cuori di chi le ama, l'unica dimensione in cui è permessa l'eternità.



Napoli, 11 gennaio 1817. Entrata grandiosa: si scende per un’ora verso il mare attraverso un’ampia strada, scavata nella roccia tenera, sulla quale la città è costruita. Solidità dei muri. Albergo dei Poveri, primo edificio. E’ molto più impressionante di quella bomboniera, tanto vantata, che a Roma si chiama porta del popolo. Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.



Appartenere: ecco la banalità. Fede, ideale, donna o professione: ecco la prigione e le catene. Essere è essere libero. (...) No: niente legami, neppure con noi stessi! Liberi da noi stessi e dagli altri, contemplativi privi di estasi, pensatori privi di conclusioni, vivremo, liberi da Dio, il piccolo intervallo che le distrazioni dei carnefici concedono alla nostra estasi da cortile.
Pessoa Cit.


« Qui su l’arida schiena
del formidabil monte
sterminator Vesevo ♥ »



Palazzo Chimera: Scrittori & Follia!
Journal: corriere della campania.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
" title


Essere è essere libero

MY BLOG: http://missnashira.wordpress.com/





Thanks to:

Gladiatori della Penna & Scrittori della Notte & Inchiostro DiVerso

Stars




 
PM Email Web Contacts  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:46 Quote
Avatar

Veterano di Galassia Arte

Group:
Member
Posts:
3,409

Status:


E' bellissimo e verissimo quello che hai detto Nashy, il ricordo di un essere amato resta dentro di noi finchè viviamo, e questo fa si che continui a vivere anche lui. Tutto il resto sono congetture, supposizioni, ipotesi...

C'è un tempo in cui devi lasciare i vestiti, quelli che hanno già la forma abituale del tuo corpo, e dimenticare il solito cammino, che sempre ci porta negli stessi luoghi. È l'ora del passaggio: e se noi non osiamo farlo, resteremo sempre lontani da noi stessi.

Fernando Pessoa
 
PM Email  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:47 Quote
Avatar


Group:
Member
Posts:
11,561

Status:


CITAZIONE
E' bellissimo e verissimo quello che hai detto Nashy, il ricordo di un essere amato resta dentro di noi finchè viviamo, e questo fa si che continui a vivere anche lui. Tutto il resto sono congetture, supposizioni, ipotesi...

Spero questa consolazione possa farti forza :) Complimenti ancora fratt ^_^



Napoli, 11 gennaio 1817. Entrata grandiosa: si scende per un’ora verso il mare attraverso un’ampia strada, scavata nella roccia tenera, sulla quale la città è costruita. Solidità dei muri. Albergo dei Poveri, primo edificio. E’ molto più impressionante di quella bomboniera, tanto vantata, che a Roma si chiama porta del popolo. Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.



Appartenere: ecco la banalità. Fede, ideale, donna o professione: ecco la prigione e le catene. Essere è essere libero. (...) No: niente legami, neppure con noi stessi! Liberi da noi stessi e dagli altri, contemplativi privi di estasi, pensatori privi di conclusioni, vivremo, liberi da Dio, il piccolo intervallo che le distrazioni dei carnefici concedono alla nostra estasi da cortile.
Pessoa Cit.


« Qui su l’arida schiena
del formidabil monte
sterminator Vesevo ♥ »



Palazzo Chimera: Scrittori & Follia!
Journal: corriere della campania.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
" title


Essere è essere libero

MY BLOG: http://missnashira.wordpress.com/





Thanks to:

Gladiatori della Penna & Scrittori della Notte & Inchiostro DiVerso

Stars




 
PM Email Web Contacts  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:53 Quote
Avatar

Veterano di Galassia Arte

Group:
Member
Posts:
3,409

Status:


Grazie Nashy, è bello dialogare con te. :rolleyes:

C'è un tempo in cui devi lasciare i vestiti, quelli che hanno già la forma abituale del tuo corpo, e dimenticare il solito cammino, che sempre ci porta negli stessi luoghi. È l'ora del passaggio: e se noi non osiamo farlo, resteremo sempre lontani da noi stessi.

Fernando Pessoa
 
PM Email  Top
view post Posted on 16/4/2011, 16:58 Quote
Avatar


Group:
Member
Posts:
11,561

Status:


CITAZIONE
Grazie Nashy, è bello dialogare con te.

Posso quotarti lanciandoti lo stesso complimento ^_^ Alla prossima fratt, sono felice che ti stia impegnando così tanto nella poesia, leggerti è sempre un piacere.



Napoli, 11 gennaio 1817. Entrata grandiosa: si scende per un’ora verso il mare attraverso un’ampia strada, scavata nella roccia tenera, sulla quale la città è costruita. Solidità dei muri. Albergo dei Poveri, primo edificio. E’ molto più impressionante di quella bomboniera, tanto vantata, che a Roma si chiama porta del popolo. Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.



Appartenere: ecco la banalità. Fede, ideale, donna o professione: ecco la prigione e le catene. Essere è essere libero. (...) No: niente legami, neppure con noi stessi! Liberi da noi stessi e dagli altri, contemplativi privi di estasi, pensatori privi di conclusioni, vivremo, liberi da Dio, il piccolo intervallo che le distrazioni dei carnefici concedono alla nostra estasi da cortile.
Pessoa Cit.


« Qui su l’arida schiena
del formidabil monte
sterminator Vesevo ♥ »



Palazzo Chimera: Scrittori & Follia!
Journal: corriere della campania.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
" title


Essere è essere libero

MY BLOG: http://missnashira.wordpress.com/





Thanks to:

Gladiatori della Penna & Scrittori della Notte & Inchiostro DiVerso

Stars




 
PM Email Web Contacts  Top
10 replies since 15/4/2011, 21:25
 
Reply